venerdì 15 gennaio 2010

ZUPPA DI CECI e tanti capricci

Uffa!!!!

La Tituzza è ancora febbricitante........il rientro all'asilo dopo la pausa natalizia l'ha ritrasformata in un'acchiappa germi imbattibile!!!

La prima febbre, il primo raffreddore della classe è come sempre il suo.......

Fosse solo quello poi.....alla pena di vederla così spossata si accompagna poi il nervoso per le sue pause simpaticamente eticchettate come:

"ritrovo la forza e ti faccio vedere come sono insuperabile a fare i capricci quando sono così fastidiosa"

Ha adirittura imparato a mettersi da sola in castigo: si mette nell'angolino più freddo della casa (possibilmente dove non riesco neanche a togliere la muffa) si ranicchia tutta e incominicia il suo sermone:

"NO, nooo, nooooooo, Iaia no viene là.
Iaia no vuoe mama,
mama bruta
Iaia tà in catigo
Iaia fa capicci
NO, Nooooooo"

Santa Pazienza prega per noi .

Ma la mia forza sta nell'autoconvicimento che si tratta solo di una fase passeggiera dovuta al suo non-perfetto stato fisico...

VEROOOOOOO? Non è che devo cominciare a comperarmi i famosi manuali
"I no che aiutano a crescere"
"Capricci: manuale per l'uso"
"Come salvare un genitore dall'orlo del precipizio"
ecc. ecc.

Va bhè a questo punto non ci resta che consolarci con una buona e cremosissima zuppa di ceci (se non altro se poi viene il mal di pancia sappiamo almeno che non è lo stress!!!!!!)




Ceci secchi (io sono andata a occhio - circa 3 manciate)

birra

2 carote

1 cipolla

50 gr di spek

1/2 litro brodo vegetale

rosmarino

crostini di pane

ricotta affumicata


La sera precedente ho messo in ammollo i ceci in una bacinella di vetro con metà acqua e meta birra.

Li ho quindi cucinati con la pentola a pressione in 1 litro di acqua per circa 45 minuti dal fischio.

Ne ho passati 3\4 con ilmixer e ho messo poi tutto da parte.

Nel frattempo ho preparato un soffritto con la cipolla e le carote, ho quindi aggiunto lo spek tagliato a striscioline e infine ho aggiunto il passato di ceci, un rametto di rosmarino e il brodo caldo.

Ho regolato di sale e pepe e ho fatto cuocere ancora 1\2 oretta.

Ho aggiunto la pasta e una volta cotta il tocco di grazia sono stati i crostini e la ricotta affumicata grattuggiata sopra.

3 commenti:

Snooky doodle ha detto...

propio interessante questa ricetta :)

ha detto...

ciao, grazie per la partecipazione al mio giveaway. complimenti per il blog, io sono negata in cucina,ma davvero negata, ammiro molto chi è capace di cucinare! e "Iaia" è fantastica :)

laniu ha detto...

Snooky doodle: grazie!!
Jò: ....e io sono negata in tutto il resto!!!! Grazie a te invece per la bella possibilità che ci dai!!

Posta un commento